Notti d’estate | Aroldo in Italia

NAIVE_V5266_BERLIOZ_LES_NUITS_D_ETE_VON_OTTER
Hector Berlioz
Les Nuits d'été | Harold en Italie
Anne Sofie von Otter, mezzosoprano Antoine Tamestit, viola Les Musiciens du Louvre-Grenoble Marc Minkowski, direzione.
1
V5266
822186052662
Ottobre 2011
Ufficio commerciale: sales@self.it
Distributore italiano: Self Distribuzione

TRACCE

1.Harold en Italie (Harold in Italy), symphony for viola & orchestra, H. 68 (Op. 16): Harold aux montagnes. Scènes de méloncolie, de bo
2. Harold en Italie (Harold in Italy), symphony for viola & orchestra, H. 68 (Op. 16): Marche de pèlerins chantant la pirère du soir
3. Harold en Italie (Harold in Italy), symphony for viola & orchestra, H. 68 (Op. 16): Sérénade d’un montagnard des Abruzzes à sa maître
4. Harold en Italie (Harold in Italy), symphony for viola & orchestra, H. 68 (Op. 16): Orgie de brigands. Souvenirs des scènes précédent
5. Les Nuits d’été, song cycle for voice & piano (or orchestra), H. 81 (Op. 7): 1. Villanelle
6. Les Nuits d’été, song cycle for voice & piano (or orchestra), H. 81 (Op. 7): 2. Le Spectre de la rose
7. Les Nuits d’été, song cycle for voice & piano (or orchestra), H. 81 (Op. 7): 3. Sur les Lagunes. Lamento
8. Les Nuits d’été, song cycle for voice & piano (or orchestra), H. 81 (Op. 7): 4. Absence
9. Les Nuits d’été, song cycle for voice & piano (or orchestra), H. 81 (Op. 7): 5. Au Cimetière. Clair de lune
10. Les Nuits d’été, song cycle for voice & piano (or orchestra), H. 81 (Op. 7): 6. L’Île inconnue
11. La Damnation de Faust, for mezzo-soprano, tenor, baritone, bass, chorus and orchestra, (‘légende dramatique’) H. 111 (Op. 24): Le roi

VIDEO

DESCRIZIONE

Les Nuits d’été, il più celebre ciclo di liriche per soprano e orchestra composto da Berlioz, e Aroldo in Italia, una ‘sinfonia’ in cui la viola ha un ruolo di primo piano, sono fra le opere più belle e più compiute del compositore francese. Questa nuova registrazione propone la seconda incisione di Anne Sofie von Otter delle Notti d’estate. La prima, con i Berliner Philarmoniker diretti da James Levine (su Deutsche Gramophon), è sempre stata una versione di riferimento. Come molti direttori o strumentisti registrano diverse volte i loro capolavori, il mezzosoprano svedese, che dal 2010 registra in esclusiva per Naïve, ci offre una nuova lettura del ciclo, in cui ispirazione e tecnica si sono evolute. Si tratta peraltro della sua prima registrazione dell’opera con strumenti d’epoca e con Marc Minkowski, con cui collabora da molto tempo. Nel corso degli ultimi anni hanno eseguito molte volte insieme questo capolavoro.

L’altra opera in programma, Aroldo in Italia – la ‘seconda’ delle quattro ‘sinfonie’ di Berlioz -presenta uno dei più celebri violisti del momento, Antoine Tamestit. Il calore del suo suono risalta particolarmente in quest’opera composta da Berlioz per Paganini e ispirata agli anni trascorsi dal compositore in Italia. Questa novità viene presentata in una splendida confezione, con un libretto a colori di 76 pagine che comprende un saggio introduttivo, un estratto dalle Memorie di Berlioz e una galleria di dipinti e di fotografie dedicate all’Italia.

Posted in CatalogoTagged , , , , , ,