New York

ALPHA274_NEW_YORK_ENSEMBLE_INTERCONTEMPORAIN_PINTSCHER.jpg
New York
Ensemble Intercontemporain Matthias Pintscher, direzione
2
ALPHA274
3760014192746
10 febbraio 2017
Ufficio commerciale: sales@self.it
Distributore italiano: Self Distribuzione

TRACCE

Edgard Varèse: Intégrales
Elliott Carter: Clarinet Concerto
David Fulmer: within his bending sickle’s compass come
Sean Shepherd: Blur
Steve Reich: WTC 9/11
I. 9/11/01
II. 2010
III. WTC
John Cage: Music for Wind Instruments
I. Trio
II. Duo
III. Quintet
Morton Feldman: Instruments 1

RECENSIONI

Media: Blow Up
Data: 01/05/2017
Numero:
Giornalista: Piercarlo Poggio
Voto: 8

Incisione a tema, dedicata alla Grande Mela per il tramite di compositori che vi sono nati o l’hanno eletta a propria dimora a un certo punto della loro esistenza, evidentemente attratti dall’energia e dal senso di modernità che la metropoli statunitense ha per lungo tempo suscitato nell’immaginario. Il programma scelto da Matthias Pintscher, che dell’Ensemble Intercontemporain è anche direttore artistico, comprende opere di Varèse (Intégrales), Carter (Concerto For Clarinet And Orchestra), Cage (Music For Wind Instruments), Feldman (Instruments I), Reich (WTC 9/11) e pagine dei meno noti e relativamente giovani David Fulmer (Within His Bending Sickle’s Composs Come) e Sean Shepherd (Blur). Al di là delle differenti estetiche, ne sortisce un disco-compilation organico e ben strutturato, utile anche come introduzione alla musica contemporanea a stelle e strisce, sostenuto da esecuzioni al limite della perfezione, come da sempre ci ha abituati questa formazione. (8) Piercorlo Poggio

Media:
Data:
Numero:
Giornalista:
Voto:

DESCRIZIONE

Terzo volume della collana nata in collaborazione con l’Ensemble Intercontemporain. Questa volta i musicisti dell’ensemble e il loro direttore Matthias Pintscher si concentrano sulla musica americana: Intégrales di Edgar Varèse (1924), Music for Wind Instruments di John Cage (1938), Instruments I for six instruments di Morton Feldman (1974), Concerto per clarinetto ed ensemble di Elliott Carter (1996), WTC 9/11 per quartetto d’archi (2009-10) di Steve Reich, Blur (2011) di Sean Shepherd e Within his bending sickle’s compass come per corno solo ed ensemble (2014-15) di David Fulmer. Più di novant’anni di creatività e di profusione musicale nel cuore della città globale che ora celebra l’Ensemble Intercontemporain.

Questo album doppio viene pubblicato in concomitanza con il quarantesimo anniversario dell’EIC: quarant’anni di scoperte e di promozione della musica contemporanea al massimo livello esecutivo.

Posted in Catalogo, RecensioniTagged , , , , , , , , , , ,