Musica e danza della Corona d’Aragona a Napoli

LINDORO_CDM1742_QUATTROCENTO_MAGRANER
Quattrocento
Capella de Ministrers Carles Magraner, direzione
1
CDM1742
8216116217429
5 maggio 2017
Ufficio commerciale: sales@self.it
Distributore italiano: Self Distribuzione

TRACCE

1. Zappay [lo campo] (Montecassino 871)
2. La verdelete (Bruxelles 9085)
3. Vida de Culin (Montecassino 871)
4. Iupiter (Domenico da Piacenza)
5. La figlia di Guglielmino (Domenico da Piacenza)
6. Belfiore (Domenico da Piacenza)
7. Amoroso (Siena L V 29)
8. Alta (Francisco de la Torre)
9. Madonna Katerina (Hans Judenkünig)
10. Calata a la spagnola (Joan Ambrosio Dalza)
11. Grazioso e Ingrata (Guglielmo E. da Pesaro/D. da Piacenza)
12. Tenore del re di Spagna (Antonio Cornazano)
13. Tesara (Domenico da Piacenza)
14. Falla con misuras (M. Gulielmus)
15. Spero (Guglielmo Ebreo da Pesaro)
16. Gioioso y Petit Riense (Atr. Giovanni Ambrosio) 17. Amor che t’o fat hio (Montecassino 871)
18. La gelosia (Domenico da Piacenza)
19. Mon fort souspirz (Montecassino 871)
20. Anello y Verçeppe (Domenico da Piacenza)
21. Dindirindin (Montecassino 871)
22. Belriguardo (Domenico da Piacenza)
23. La cara cossa del Berdolin (Venezia BNM 1227)

DESCRIZIONE

Il Quattrocento è uno dei periodi più importanti del panorama artistico europeo. Esso corrisponde alla nascita del Rinascimento. Nell’Italia spezzettata di questo secolo, l’arte, la danza e la musica rappresentavano un’ostentazione del potere dei governanti di fronte ad altre regioni. Così, alla corte di Alfonso il Magnanimo nel regno di Napoli, operavano i migliori musicisti e teorici aragonesi e fiamminghi del tempo (Orihuela e Tinctoris), si assistette alla rinascita del teatro antico (Sannazaro e Carite) e della danza (Domenico di Piacenza e Antonio Cornazano). Con i primi trattati di danza, si ricercava una concezione umanistica e neoplatonica della danza, come una manifestazione dello spirito del movimento. Principi e cortigiani erano spesso simultaneamente attori, musicisti e ballerini nelle rappresentazioni e nelle farse. Così, nelle corti italiane del Quattrocento, tra cui quella Aragonese, incontriamo il perfetto crogiolo in cui fiorisce la cultura dell’Umanesimo.

Posted in CatalogoTagged , , , , ,