Giovanni Lorenzo Lulier, Cantate e Sonate

ALPHA406_3760014194061_LULIER_Cantate e Sonate_Marco Ceccato
Giovanni Lorenzo Lulier
Cantate e Sonate
Francesca Boncompagni soprano, Accademia Ottoboni, Marco Ceccato
Etichetta: Alpha
Formato: Cd
N. supporti: 1
Codice catalogo: ALPHA406
Codice a barre: 3760014194061
Uscita in Italia: 19 ottobre 2018
Ufficio commerciale: sales@self.it
Distributore: Self Distribuzione

TRACCE

Amor, di che tu vuoi: I. Recitativo “Amor, di che tu vuoi ch’ora io favelli”
Amor, di che tu vuoi: II. Aria “I begli occhi del mio bene”
Amor, di che tu vuoi: III. Recitativo “Non vi stupite amanti”
Amor, di che tu vuoi: IV. Aria “Quelle luci son due stelle”
Amor, di che tu vuoi: V. Recitativo “Occhi leggiadri e belli”
Amor, di che tu vuoi: VI. Aria “Mirate le mie piaghe”
Sonata in D Major: I. Adagio
Sonata in D Major: II. Andante
Sonata in D Major: III. Adagio
Sonata in D Major: IV. Presto
Ferma alato pensier: I. Arioso “Ferma alato pensier, ferma il tuo volo”
Ferma alato pensier: II. Aria “Si ribella dall’alma il pensiero”
Ferma alato pensier: III. Recitativo “Vanne dunque o pensier”
Ferma alato pensier: IV. Aria “Il bel che splende”
Ferma alato pensier: V. Recitativo “Vanne dunque o pensier”
Ferma alato pensier: VI. Aria “Tirsi se vuoi il cor moi”
Ferma alato pensier: VII. Recitativo “Ama chi t’ama, Tirsi”
Ferma alato pensier: VIII. Aria “È troppo ingiusta brama”
Sonata in F Major: I. Allegro
Sonata in F Major: II. Adagio
Sonata in F Major: III. Aria
Là dove a pafo in seno: I. Recitativo “Là dove a pafo in seno”
Là dove a pafo in seno: II. Aria “Oh, madre cara”
Là dove a pafo in seno: III. Recitativo “In così fatti accenti”
Là dove a pafo in seno: IV. Aria “Se un minuto animaletto”
La Didone: I. Recitativo “Già dell’empio tiranno”
La Didone: II. Aria “Perché cada ormai sconftto”
La Didone: II. Aria “Cruda cagion del mio schernito affetto”
La Didone: II. Aria “Fuggi, Che s’ai miei lutti”
La Didone: II. Aria “M’abbandona l’infido e voi che fate”
La Didone: II. Aria “Mentre io resto ed ei dispare”
La Didone: III. Recitativo “Verso se stessa rea”

VIDEO

DESCRIZIONE

Nella Roma a cavallo tra Sei e Settecento, accademie e ‘conversazioni’ organizzate da aristocratici e cardinali attiravano i maggiori scrittori e musicisti. I nomi di Arcangelo Corelli, Alessandro Scarlatti e il giovane G. F. Handel spiccano tra molti altri.  Giovanni Lorenzo Lulier (Rome, c.1660-1700), violoncellista e compositore noto come ‘Giovanni del Violone’, partecipava a questa intensa attività musicale. Quando, nel 1690, entrò nella cerchia del cardinale Pietro Ottoboni, Lulier aveva già dietro di sé un decennio di attività compositiva nei generi dell’oratorio, dell’opera e soprattutto della cantata da camera. Inizialmente costituita da una successione di arie strofiche, la cantata si affermò gradualmente come genere poetico-musicale caratterizzato dall’alternanza di recitativi ed arie. Come noto, le conversazioni di Cinque e Seicento comprendevano anche l’esecuzione della musica strumentale.

Posted in Catalogo, Ultime usciteTagged , , , , , ,