Balliamo?

NAIVE_V5449_Alors on danse_Trio SR9
Alors, on danse ?
Trio sr9 Paul Changarnier, Nicolas Cousin, Alexandre Esperet
Etichetta: Naïve
Formato: Cd
N. supporti: 1
Codice catalogo: V5449
Codice a barre: 0822186054499
Uscita in Italia: 30 marzo 2018
Ufficio commerciale: sales@self.it
Distributore: Self Distribuzione

TRACCE

Allemande – Suite for three viols
| Antoine Forqueray 1672-1745

Courante – Harpsichord suite in D minor HWV 437
| George Frideric Handel 1685-1759

Gavotte – Harpsichord sonata in D minor K. 64
| Domenico Scarlatti 1685-1757

Bourrée – Les Nations « L’Impériale »
| François Couperin 1668-1733

Sarabande – Suite in A minor – New suites of
harpsichord pieces
| Jean-Philippe Rameau 1683-1764

Minuet – No.13 – Twenty keyboard pieces
| Henry Purcell 1659-1695

Gigue – French Suite No. 5 in G major BWV 816
| Johann Sebastian Bach 1685-1750

Crossed-up Dances no. 1 – Give it a good look
| Erik Satie 1866–1925

Tarentelle Styrienne L. 69
| Claude Debussy 1862-1918

Romanian Folk Dance no. 1 Op. 8a
| Béla Bartok 1881-1945

Polovtsian Dances no. 17, Prince Igor
| Alexander Borodin 1833-1887

Crossed-up Dances no. 2 – Go on
| Erik Satie

Ritual Fire Dance, El Amor Brujo
| Manuel De Falla 1876-1946

Narnchygäer – commission, world premiere recording
| François Tashdjian 1974

Crossed-up Dances no. 3 – Again
| Erik Satie

VIDEO

DESCRIZIONE

Secondo album su Naïve dei percussionisti del Trio SR9 che con le loro marimba, affrontano il tema della danza e delle sue ricche sfumature attraverso la storia della musica classica occidentale: da Rameau e Bach a Debussy, Satie e Borodin fino ai giorni nostri rappresentati da un brano commissionato al compositore François Tashdjian.
Dopo il primo acclamato disco, Bach on the marimba, questo nuovo programma è un passo ulteriore che ci porta a conoscere la ricchezza della marimba, sontuoso strumento  a cinque ottave in legno di palissandro. Attraverso il suono di tre marimba il Trio SR9 contribuisce ad ampliare la notorietà degli strumenti a percussione, il tutto in un coreografico gesto.

La prima parte dell’album è una selezione di danze barocche (Gavotte, Sarabande, Minuetti, Gighe…) attinte dal lascito di numerosi compositori europei. Esplorando poi la musica nell’Europa del diciannovesimo secolo, scopriamo il gusto per l’esotismo e per i ritmi della musica popolare nella sublime Tarantelle Styrienne di Claude Debussy, nelle Danze rumene di Béla Bartok e nelle Danze polovesiane di Alexander Borodin. L’ultima parte del disco è dedicata al misticismo della danza e inizia, forse senza sorpresa, con la Danza rituale del fuoco di Manuel de Falla. Ma è attorno alle Danse de Travers di Erik Satie che il programma si intreccia: un filo conduttore che sottolinea, con dolcezza e melanconia, ogni stile, ogni epoca presenti nel disco.

Posted in Catalogo, Ultime usciteTagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,