Omaggio al barocco italiano

naive_OP30568_1700_alessandrini
1700
Concerto Italiano, Rinaldo Alessandrini direzione
Etichetta: Naïve
Formato: Cd
N. supporti: 1
Codice catalogo: OP30568
Codice a barre: 0709861305681
Uscita in Italia: 22 maggio 2018
Ufficio commerciale: sales@self.it
Distributore: Self Distribuzione

TRACCE

Antonio Caldara, Sinfonia No. 3 ‘La morte d’Abel’
Francesco Durante, Concerto n.2  in sol minore
Baldassare Galuppi, Concerto a quattro in sol minore
Francesco Geminiani, Concerto grosso Op. 3 No. 3 in mi minore
Pietro Antonio Locatelli, Sinfonia Funebre composta per l’esquie della sua Donna
Michele Mascitti, Concerto a 6 in mi minore, Op. 7, No. 2
Gaetano Pugnani, Adagio della sinfonia per archi in si be molle maggiore
Antonio Vivaldi, Concerto a quattro, Op. 12 No. 3, RV 124

DESCRIZIONE

Dopo il notevole Cd 1600, Rinaldo Alessandrini ci offre con questo nuovo album intitolato 1700 un omaggio ai più autorevoli compositori del barocco italiano: Locatelli, Mascitti, Vivaldi, Caldara, Durante, Galuppi e Pugnani. Ognuno di loro ha lasciato l’Italia e prestato servizio nelle principali corti europee, permettendo allo “stile italiano” di evolversi confrontandosi con i gusti dei Paesi che li hanno ospitati.
Ognuno di loro ha apportato il proprio contributo di meraviglie a cui l’intelligente e raffinata interpretazione di Rinaldo Alessandrini porta un’appassionata e fresca prospettiva.

<<Fino a tutto il diciottesimo secolo, e ben oltre, il destino di molti compositori italiani è stato quello di emigrare e servire corti e cappelle assai lontane da casa. Molti di loro hanno infranto le regole che governavano lo stile legato al proprio paese, sviluppando una personalità completamente indipendente attraverso una mescolanza di linguaggi musicali e una sovrapposizione di gusti e mode. Di conseguenza, nei loro lavori lo stile nazionale ha perso improvvisamente i suoi contorni definiti, così essi hanno subito un processo di personale e sottile assimilazione dei più ragguardevoli aspetti della cultura musicale del paese ospitante. In particolare, gli italiani hanno esportato il loro gusto per il cantabile melodico, la sua eleganza e un certo tipo di individualismo istrionico ereditato dall’opera e dai grandi virtuosi strumentali. L’incontro con l’Europa musicale spesso ha causato un riallineamento di questi elementi, pur rimandendo uno dei molteplici componenti della personalità dei compositori>> Rinaldo Alessandrini

Posted in CatalogoTagged , , , , , , , , , , , ,